Ryan Reynolds ha un solo obiettivo per “Deadpool 2”: non farlo più ~in grande~

Uno degli elementi migliori del film hit del supereroe Deadpool di Ryan Reynolds era che era incredibilmente divertente ma anche con i piedi per terra e consapevole. Deadpool risaltò su quello che sembra un mare di un milione di film di supereroi perchè i produttori dietro il film sembrano davvero aver capito il personaggio e il pubblico che stavano soddisfacendo.

Poiché il film è stato un grandissimo successo, non ci sorprende che un sequel è stato subito approvato da 20th Century Fox. Quando il primo film di un franchise è un successo incredibile, c’è spesso pressione per rendere il sequel ancora più grande e folle. Sembra però che le persone dietro Deadpool non vogliano cadere nella trappola del “più in grande è meglio”.

Il produttore Simon Kinberg ha parlato ad Entertainment Weekly del sequel, rassicurando i fan che il sequel rimarrà fedele all’originale. Ha spiegato:

 “L’obiettivo per noi quando ci siamo seduti e abbiamo iniziato a parlarne era che dev’essere provocatorio e stupefacente quanto il primo film che significa che non può essere semplicemente una continuazione del primo film. Deve essere fresco come l’originale in tono e stile. È una grande sfida specialmente perché hanno avuto 10 anni di gestazione per il primo film e non abbiamo lo stesso tempo per il secondo film”

– Kinberg

Quando il regista di Deadpool Tim Miller si è tirato fuori dal sequel, è stato importante per Kinberg e Reynolds trovare un regista che capisse lo scopo della serie. Lo hanno trovato nel regista di John Wick, David Leitch. Reynolds ha detto, di Leitch: “È una persona che è proprio così vigoroso nelle sue azioni. Capisce anche molto bene i punti suscettibili di Deadpool e dove dobbiamo portare il franchise da questo punto.”

Per Kinberg, rimanere fedele a Deadpool significa anche non essere tentati a non rendere il sequel più grande di come dev’essere. Per entrambi Reynolds e Kinberg, è importante tenere il film fresco e divertente, senza esagerare.

“È l’ordine principale quando si fa un secondo film: non farlo più in grande. Dobbiamo resistere alla tentazione di farlo più in grande in scala e scopo, che è normalmente ciò che fai quando hai un film hit a sorpresa. Ma in realtà bisogna rimanere fedeli ai suoi principi perchè sono il tono e lo stile che l’hanno reso così speciale, non le esplosioni e gli effetti speciali.”

“Oh no finisci il tuo tweet. Va bene.”

Abbiamo pensato che Deadpool fosse divertente ed è così diverso dai film cupi e introversi che ci aspettiamo dal genere dei supereroi. Abbiamo amato quanto originale fosse il primo film e non vediamo l’ora di vedere come sarà il sequel!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *